Certificazioni

Certificazioni

PreGel ha sempre lavorato con l’obiettivo di realizzare ed offrire sul mercato esclusivamente prodotti d’eccellenza, curando tanto la selezione delle materie prime quanto l’intero processo di lavorazione, per garantire risultati di qualità. L’impegno nella ricerca e l’utilizzo delle più avanzate tecnologie sia negli stabilimenti produttivi che nel laboratorio di ricerca hanno permesso all’azienda di conquistare le più rilevanti e prestigiose certificazioni.

BRC GLOBAL STANDARD FOR FOOD SAFETY – IFS FOOD (INTERNATIONAL FEATURED STANDARD)


certificazione BRC
certificazione BRC2

PreGel, come garanzia dell’efficienza del Sistema Qualità applicato e a riconferma del rispetto di elevati standard igienici in tutte le fasi della produzione, ha ottenuto nel 2011 le certificazioni secondo gli Standard BRC Food ed IFS Food. Questi standard individuano un sistema focalizzato sulla QUALITA’ e la SICUREZZA ALIMENTARE, garantite da una completa e corretta applicazione dell’HACCP. Questi strumenti dimostrano la capacità dell’azienda di realizzare ALIMENTI DI QUALITA’, SALUBRI E CONFORMI alla normativa vigente e alle specifiche dei propri clienti. PreGel è quindi orgogliosa di aver rinnovato queste prestigiose certificazioni, ottenendo per entrambe il punteggio massimo.

CERTIFICAZIONE BIOLOGICA


certificazione BIOLOGICA

Nel 2012, PreGel ha ottenuto anche la certificazione biologica, che rispecchia la politica aziendale di sostenibilità, poiché il metodo di produzione biologico esplica una duplice funzione sociale: provvede a un mercato specifico che risponde alla domanda di prodotti biologici dei consumatori e fornisce beni pubblici che contribuiscono alla tutela dell’ambiente, al benessere degli animali e allo sviluppo rurale. I prodotti biologici PreGel sono realizzati nel rispetto del Reg. CE 834/2007, come viene periodicamente verificato da un Ente di certificazione autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole.

NOCCIOLA PIEMONTE I.G.P.


certificazione IGP

PreGel, in linea con la propria politica che mira a un modello di sviluppo sostenibile, per valorizzare le qualità delle risorse delle comunità locali quindi del territorio italiano, ha aderito inoltre alla certificazione I.G.P., realizzando il prodotto “Nocciola Piemonte I.G.P.” in pasta. Significa che il prodotto risponde ai requisiti di identificazione e rintracciabilità, lavorazione, confezionamento e stoccaggio previsti dal disciplinare specifico, come verificato dall’Ente incaricato dal Ministero delle Politiche Agricole, ai sensi del Reg. CE 510/06.

HALAL ITALIA


certificazione HALAL ITALIA

PreGel ha ottenuto la certificazione Halal per diversi prodotti di Gelateria e di Pasticceria: questa certificazione permette il consumo di tali prodotti alle persone di fede musulmana, nel rispetto del Disciplinare tecnico Halal.

GLUTEN FREE


certificazione gluten free

PreGel è sempre attenta alle esigenze dei propri clienti e dei consumatori, per questo lavora da anni per ampliare la gamma di prodotti privi di glutine (con contenuto certificato inferiore ai 20ppm). Grazie ad una rigorosa Allergen Policy basata su specifiche procedure di prevenzione della cross-contaminazione, severi controlli a ogni livello, rigide operazioni di pulizia delle linee e costante formazione di tutti gli addetti, PreGel è in grado di offrire oltre 400 referenze garantite Gluten Free, contrassegnate da uno specifico logo, molte delle quali sono già inserite nel Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia. L’impegno di PreGel per il futuro è quello di estendere la gamma di prodotti senza glutine, includendo sempre più prodotti in polvere, grazie alle nuove tecnologie e ai sofisticati impianti recentemente installati.

Leggi le istruzioni Gluten Free dei prodotti Gluten Free PreGel.

LIQUIRIZIA DI CALABRIA D.O.P.


Certificazione D.O.P.
Liquirizia di Calabria - D.O.P.

PreGel ha deciso di aderire alla certificazione DOP, realizzando il prodotto “Liquirizia di Calabria DOP” in polvere e/o granella ottenuto in conformità al relativo disciplinare. La verifica del rispetto dei requisiti previsti dal disciplinare viene effettuata da autorità competenti e/o organismi di controllo autorizzati dagli stati membri in conformità a quanto previsto del Reg. CE 1151/12 relativo alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni d’origine dei prodotti agricoli ed alimentari.